ZOMBI HORROR

QUESTO COSO ODORA DI MORTE...

Un'idea semplice di Andrea Bianchi, talmente semplice da essere riassumibile in un solo vocabolo: ZOMBI! Tutto il resto sono esilaranti siparietti atti a raggiungere la fine del film: zombi scalatori, zombi lanciatori, zombi trasformisti... il tutto affrontato con sconcertante serietà. E se aggiungessimo anche un nano che interpreta la parte del bambino?

ZOMBI HORROR - LE NOTTI DEL TERRORE - 1981
ITALIA - 85 min
REGIA: Andrea Bianchi
SCRITTO DA: Piero Regnoli
CON: Karin Well (Janet), Gianluigi Chirizzi (Mark), Simone Mattioli (James), Antonella Antinori (Leslie), Roberto Caporali (George), Peter Bark (Michael), Claudio Zucchet (Nicholas), Anna Valente (Kathleen), Raimondo Barbieri (Prof. Ayres), Mariangela Giordano (Evelyn)

IN BREVE

Uno scienzato pazzo riporta in vita degli zombi etruschi. Gli zombi etruschi attaccano un gruppo di amici in un parco

RECENSIONE

Girato, ahimé, dal solito Andrea Bianchi, "Zombi Horror" è sicuramente tra i film peggiori della storia del cinema. La sceneggiatura (?) scritta per esteso, probabilmente non occuperebbe la prima riga di un foglio di quaderno, sempre che ne sia mai stata scritta una.


Uno "scienziato" (infatti ha la barba) traduce un "geroglifico" etrusco formato da tre simboli (albero-A-smile), capendo, non si sa come, che picconando la parete di una grotta è possibile riportare in vita i morti etruschi (?). STOP... il resto del film è semplicemente  il susseguirsi di inutili inseguimenti tra i suddetti morti e un manipolo di lesi ospiti in una casa di campagna.

Memorabili sono i dialoghi a basso quoziente intellettivo ("Sono come corrosi dal tempo", "Sono dei mostri viventi", "Schifosi..."), nonché gli improbabili siparietti a tratti drammatici (come sottolineato dai frequenti primi piani sugli icastici volti degli attori) a tratti perversi (vedesi il bambino/nano che morde una tetta alla madre). Da notare che membro fondamentale del cast è appunto Peter Bark, attore-nano, nella parte di un bambino... ora mi chiedo, ma sarebbe stato più semplice utilizzare un vero infante? Forse avrebbe conferito troppa serietà alla pellicola e probabilmente l'idea non sarebbe risultata gradevole per i simpatici cineasti, certamente anch'essi "trash-addicted"!

 

La tragica lista di assurdità non è finita qui: è giusto infatti spendere due parole anche sui magnifici zombie, truccati probabilmente con acqua e farina, in grado di eseguire numeri di ogni genere: arrampicarsi su mura altissime, travestirsi perfettamente da frati, maneggiare con destrezza falci, coltelli e chiodi, risultando infine molto più intelligenti degli "umani" destinati ad essere sbranati.
Se vi piacciono i film noiosi, con inseguimenti al limite del sonno della ragione, con zombi mal truccati, con attori incapaci e brutti... allora godetevi questo grandioso Z-movie chiamato Zombi Horror, al contrario... beh, chi può darvi torto...

 

Sick Matt

 

SCENA MEMORABILE

La casa è ormai assediata dagli zombi. Una cameriera avanza guardinga per i corridoi, candela alla mano. Notando una finestra aperta ella si avvicina per chiuderla, quando....(!!!!!) Un morto vivente, sbucato da dietro una siepe, lancia con estrema precisone (e da una notevole distanza) un lungo chiodo arugginito, che va ad infilzare la mano della malcapitata. La cameriera, non riuscendo più a muoversi (?), si finisce in balia di un affamato gruppo di "non-morti"..

HO SCOPERTO CHE...

- La scrittura etrusca è simile a quella di un bambino di due anni.
 - Gli zombi etruschi sono come corrosi dal tempo.
 - Per risvegliare gli zombi etruschi è necessario picconare una parete più e più volte.
 - Se risvegliate degli zombi etruschi avrete dei problemi con l'elettricità.
 - Gli zombi etruschi non vivono in Etruria.
 - Gli zombi etruschi hanno un naso umano pitturato di nero.
 - Gli zombi etruschi sono degli ottimi tiratori di chiodi.
 - Gli zombi etruschi praticano free-climbing.
 - Gli zombi etruschi si avvalgono di arieti per sfondare le porte.
 - Gli zombi etruschi sanno travestirsi da frati.
 - E' buona educazione dare del "voi" agli zombi etruschi.
 - Non è necessario saper recitare per fare l'attore.
 - Non è necessario avere sette anni per interpretare un bambino di sette anni.

CITAZIONI

 

"Ha fatto buon viaggio?"
"Grazie... (dandole le valigie)"


"Non ti è piaciuto il mio show?"
"Sembri proprio una mignotta, ma è così che mi ecciti..."


"Ah, Janette... lascia stare i tuoi sogni... vieni, nel parco c'è una luce meravigliosa... andiamo, voglio fare delle foto stupende!"

"Mark, chi è?"
"Non lo so..."
"Ma è mostruoso!"
"Non è un essere umano... non ha più nulla di umano... è come corroso dal tempo..."


"Mamma, questo coso odora di morte..."

"Non so chi sono... è incredibile... dei mostri viventi!"

VOTO: 9

violenza immotivata: 8

sesso gratuito: 9

brutti effetti speciali: 10

banalità: 10

umorismo pessimo: 1

errori: 8

illogicità: 3

sonnolenza sviluppata: 6

 

Scrivi commento

Commenti: 0