SUCCUBUS

NON SEI AL TOP PER ESSERE UN TOP GUN!

Se nella vostra vita doveste vedere Lorenzo Lamas a bordo di un caccia, lanciato all'inseguimento di una demonessa infernale, sappiate che non state sognando. Semplicemente siete entrati in possesso di una copia di "Succubus", film certamente non memorabile, ma impreziosito da alcune trovate degne di nota.

SUCCUBUS: HELL BENT - 2007
USA - 96 min
REGIA: Kim Bass
SCRITTO DA: Kim Bass
CON: Robert L. Mann (Adam), Jayson Blair (Jason), Natalie Denise Sperl (Lilith), Lorenzo Lamas (istruttore di volo), Gary Busey (Sentinel), Kelly Hu (Detective Pei), David Keith (Wallace)

IN BREVE

Una demone Succubo di nome Lilith perseguita Adam, un povero teen-ager. Il ragazzo tenta di sfuggirle a bordo di un jet pilotato da Lorenzo Lamas.

RECENSIONE

Uno dei modi migliori che la vita offre per perdere del tempo prezioso è di sicuro quello di visionare questo inutile film a tematica demoniaca: "Succubus-diabolicamente fatale", che narra delle avventure di una coppia di teen-ager ricchi e tortelloni alle prese con una puttana infernale.
La storia è più o meno questa: Adam e Jason sono in vacanza a Cancun, quando sulla spiaggia conoscono un'avvenente ragazza dai modi molto provocanti (tale Lilith), che riesce con il suo fascino ad irretire il primo dei due ragazzi. Peccato che, durante la notte d'amore, ella si riveli essere una belva assetata di sangue (e altri liquidi corporei...), tanto da ridurre il malcapitato Adam in fin di vita a suon di sesso. Il mattino successivo, in seguito alla misteriosa dipartita della donna, i due ripartono per gli States, pensando di lasciarsi alle spalle lo spiacevole episodio. Grosso errore! Lilith è in realtà un Succubo, ovvero un demone femmina arrapato e geloso, dotato inoltre di immensi poteri diabolici, tipo quello di apparire e scomparire dentro una vasca da bagno (!) oppure quello di volare alla velocità supersonica.

La vita di Adam si trasforma presto in un incubo: la meretrice lo interrompe durante i rapporti sessuali che ha con le altre donne e lo molesta telefonicamente come farebbe un vero e proprio "stalker". Il tutto potrebbe risultare solo estremamente sgradevole per la privacy, almeno fin quando la diavolessa in questione non decide di uccidere cruentemente tutti i conoscenti e le amanti di Adam, dando il via ad una lunga serie di bizzarri delitti (vedi il povero Jason, a cui viene ruotata la testa di 180°).

Nessuno, né famiglia né polizia, crede ovviamente alla storia del ragazzo, che, anzi, viene incolpato degli omicidi. Il giovane, per cavarsela, decide di tentare l'impossibile: affidandosi ad un sedicente stregone, ammucchia un pout-pourri di armi fatate e formule "magiche" (un pentacolo sulle quali punte sono presenti le statuine di Gesù, Buddah e il Leprechaun... mah?) con le quali intende sbarazzarsi della maledizione. A poco o nulla serve però tutto ciò: Adam si sdraia nel pentacolo e recita le preghiere, ma il bulbo di aglio che lancia in direzione di Lilith a mo' di bomba a mano, viene azzannato avidamente dalla donna come se niente fosse, e l'acqua santa con cui la bagna le procura solo un po' di fastidio alla pelle. Ormai alle strette, bloccato nelle grinfie stregate della donna rese orribilmente fosforescenti dalla computer grafica, il nostro sfodera alfine l'amuleto richiesto dalla trama (una sorta di coperchio per cibo in scatola), che fornisce il pretesto per l'orrbile finale.

 

Come avrete capito, la trama estremamente povera di contenuti non aiuta di sicuro questa inutile messinscena demoniaca. Il risultato è un lungometraggio noioso e banale, che nessuno su questo pianeta potrebbe mai desiderare di vedere due volte. Nemmeno la comparsata del sempre mitico e sbandieratissimo (sulla copertina del DVD) Lorenzo Lamas, che si improvvisa pilota di caccia in quella che dovrebbe essere la scena madre della pellicola, è in grado di riportare l'interesse trashistico al di sopra della soglia del sonno mesmerico.
Il tutto scorre perciò lento e disinteressato, perennemente permeato da un alone degno di una fiction di terza scelta oppure di un film TV della seconda serata Italia Uno.

Unica particolarità: non penso che, a memoria d'uomo, sia mai stato possibile ammirare sullo schermo una demonessa infernale alla guida di un caccia bombardiere mentre compie mirabolanti acrobazie... una scena talmente paradossale (certamente partorita da una mente completamente tarata), da rappresentare da sola motivo di raccomandazione per l'intera pellicola.
Consigliato a tutti quelli che vogliono annoiarsi senza un motivo ben definito.

 

Sick Matt

 

SCENA MEMORABILE

Chi non ha mai sognato nella vita di godersi una battaglia tra due caccia pilotati rispettivamente da un demone e Lorenzo Lamas? Non vedo mani alzate...

HO SCOPERTO CHE...

- Ci sono cose su questo pianeta che non funzionano come le altre.
- L'acqua santa è inutile contro i demoni.
- L'aglio è inutile contro i demoni.
- Un pentacolo con Buddah, Gesù e un leprechaun è inutile contro i demoni.
- I demoni possono sparire e apparire a piacimento.
- Ci sono cervelli su questo pianeta che non funzionano come gli altri (vedi Kim Bass).

 

CITAZIONI

 

"Questo è il regno delle tre "emme": Mentile, Montala, Mollala!"

"Solo perché vuoi qualcosa non significa che puoi averla..."
"Sei un filosofo o roba simile?"
"Roba simile..."


"Qualcosa come <abracadabra> o <Sabrina vita da strega>?"
"Si, ma più terrificante!"

"Sai, non eri proprio al top per essere un "Top Gun"!"

"Ci sono cose su questo pianeta che non funzionano come le altre... e noi siamo le altre!"

"Dovevamo andare a scuola con Harry Potter, non all'accademia militare!"

"Non sono un vampiro, ma un succubo... nel caso l'avessi dimenticato, preferisco stare sopra!"

"Qualche volta essere i primi, significa che sarai l'ultimo a sapere che sei andato troppo oltre..."

VOTO: 4

violenza immotivata: 4

sesso gratuito: 6

brutti effetti speciali: 6

banalità: 6

umorismo pessimo: 4

errori: 1

illogicità: 6

sonnolenza sviluppata: 6

 

Scrivi commento

Commenti: 0