SHARK ZONE

LA ZONA DEGLI SQUALI

Siete idrofobici? Elasmofobici? Fagofobici? Allora questo non è il film che fa per voi.. Già perché Shark Zone ci propone ci propone una storia fra le onde del mare, con tanti squali che mangiano vivi i bagnanti. Dov'è la novità, dite voi? Da nessuna parte ovviamente!

SHARK ZONE - 2003
USA - 91'
SCRITTO DA: Danny Lerner, Sam Parish
REGIA: Danny Lerner 
CON: Dean Cochran(Jimbo), Alan Austin (Danny), Brandi Sherwood(Carrie), Velizar Binev (Volkoff)

IN BREVE

Un guardiacosta, a cui gli squali bianchi hanno mangiato amici e famiglia, 10 anni dopo dimostra di non aver imparato la lezione.

RECENSIONE

Se anche voi per caso siete capitati nella zona degli squali sapete di cosa stiamo parlando: attori che sembrano le statue di cera di M.me Tussaud's cercano di dare vita ad uno script originale come i biscotti della nonna ed emozionante come una lezione di educazione civica, all'interno di una scenografia di vasche da bagno alla Baywatch. 
Insomma capita che un vascello spagnolo di pirati sia sepolto sul fondale marino in un area piena zeppa di squali e che tutti quelli che cerchino di avvicinarsi al tesoro ivi nascosto, vengano sbranati senza pietà. In mezzo a questo bailamme di arti mozzati, sangue che sgorga e diffonde nelle profondità oceaniche e le solite deprimenti riprese di squali rubate a documentari naturalistici degli anni '70.

 Tutto ciò per onorare il solito canovaccio riciclato per l'ennesima volta senza pudore alcuno: Jimmy cerca di convincere il sindaco a sospendere una grande festa sulla spiaggia, per evitare che gli ignari turisti finiscano la loro vacanza fra le fauci dei pescecani, ma egli ovviamente si rifiuta per non rovinare l'economia della città. Sarà compito di Jimmy quindi sterminare le voraci creature prima che loro sterminino i bagnanti. La situazione viene inoltre complicata da un intreccio che coinvolge il galeone col tesoro, il figlio di Jimmy ed altre peripezie di poco conto...

L'ensemble è disgustosamente kitsch ed una vera delizia per il nostro palato è la variante "shark" della monster-vision, grazie alla quale possiamo godere delle riprese proprio come se stessimo facendo una cavalcata sul pesciolone, seduti dietro l'inquietante pinna nera...

Bene, le fameliche creature del titolo attaccano continuamente tutti i bagnanti, strappando le loro membra e mordicchiandone torso per poi lasciare i cadaveri in  giro, proprio come se fossero impazziti... insomma che gusto c'è a "spiluccare" le persone come se fossero stuzzichini ad un buffet per poi non mangiarle? Forse sono squaletti con disturbi dell'alimentazione? Parliamo di scene apocalittiche in cui vengono divorati fino a dieci fra surfisti e bellezze in bikini, in una volta sola, in un confuso ensemble di dentature squaline ed irritanti urla di uomini, donne e ragazzini.

Degna conclusione di questo obbrobrio è ovviamente un mega incendio-esplosione in mezzo all'oceano, anche se non ha niente a che vedere con gli squali.

Se siete appassionati di sushi, consumate questo film in un sol boccone... assicuratevi però di avere del digestivo a portata di mano, non sia mai che lo squalo possa riuscirvi un po' pesante!

 

Erin Warner

 

SCENA MEMORABILE

Ecco uno degli incubi di Jimbo... cosa è più ridicolo: la bocca dello squalo, il ragù sulla parete oppure l'assurda espressione di sua moglie

HO SCOPERTO CHE...

-Gli squali mangiano le gabbie anti-squalo

 - un bel modo per uccidere squali bianchi è lanciargli contro bombe da un elicottero
 - Non importa cosa si decida di organizzare: gare di surf, gare di pesca, "fieste" di tutti i generi, le mostruose creature marine sono sempre in agguato
 - Nessuno sa quanto dura la gestazione di una femmina di squalo bianco
 - Nell'oceano si può nuotare vicino allo squalo bianco senza rendersene conto
 - idrofobia = paura dell'acqua, elasmofobia = paura degli squali, fagofobia = paura di essere mangiati VIVI
 - l'idrofobia ti fa paura, l'elasmofobia ti terrorizza e con la fagofobia te la fai sotto

CITAZIONI

 

"Igor, che razza di nome! Chi è il figlio di Dracula o di Frankenstein? "

"Che stavi facendo qui?"
"Pensavo"
"Agli squali?"

"Squali bianchi a dozzine... ed ho visto che cosa fanno!"

"Papà, io li odio, sono così cattivi!"
"Sì, è vero"

"Stiamo parlando di un cane idrofobo! Far entrare al gente in acqua è come far suonare il campanello della cena"

"Stiamo parlando di una creatura che si è evoluta pochissimo, è la perfetta copia in miniatura dello squalo del Giurassico di 50 milioni di anni fa Praticamente sono moderni dinosauri che sguazzano nell'oceano. E come hanno fatto da 50 milioni di anni a questa parte, gli squali mettono al mondo i loro piccoli in estate e primavera in acque calde come le nostre.. e c'è un'altra cosa: nessuno sa quanto dura la gestazione di una femmina di squalo bianco"

"Questi squali sono più grossi, più veloci, più aggressivi di qualsiasi altro! E con tutta probabilità si tratta di un intero banco"
"Un gigantesco banco di squali bianchi divora uomini del giurassico... lei legge troppa fantascienza" 

VOTO: 6

violenza immotivata: 6

sesso gratuito: 1

brutti effetti speciali: 8

banalità: 10

umorismo pessimo: 1

errori: 10

illogicità: 8

sonnolenza sviluppata: 4

Scrivi commento

Commenti: 0