IL RITORNO DEGLI ZOMBI

I DRINK YOUR BLOOD AND I SMOKE YOUR WEED

1980 - gli zombi erano andati da qualche parte e avevano smesso di infestare la nostra terra. Ci volevano il Dromax ed uno fantastico script di Charles McCrann per riportarli in auge. Spaccheranno lo schermo del vostro televisore per cercare di entrarvi in casa. Dovrete barricarvi per tutta la notte dietro il divano per evitare di essere "Bloodeated" dagli zombi tossici... o forse solo spegnere il lettore DVD.

IL RITORNO DEGLI ZOMBI  - BLOODEATERS - TOXIC ZOMBIES - 1980
USA -  89'
SCRITTO DA: Charles McCrann
REGIA: Charles McCrann
CON:  Charles McCrann (Tom Cole); Beverly Shapiro (Polly Cole); Dennis Helfend (Hermit); Kevin Hanlon ( Jimmy).

IN BREVE
 Una comune hippy viene trasformata in zombi a causa di un potente diserbante, rilasciato dall'FBI sul loro campo di marjiuana biologica. 

RECENSIONE:
Dov'erano finiti, quindi, gli zombi ora "ritornati"? Da nessuna parte ovviamente: trattasi del solito malinteso per via del titolo italiano, il vero nome del film in questione è difatti TOXIC ZOMBIES!

Tutto comincia con degli spacciatori dal pollice verde, intenti a mietere un intero campo coltivato a marijuana, destinato allo smercio sul mercato nero. Purtroppo, tra una canna ed un cyloom, ci mette lo zampino nientemeno che IL GOVERNO AMERICANO.
Tutti gli amanti dei film di serie Z sanno bene che non bisogna scherzare con FBI e  CIA, soprattutto con la versione ottusa tipica di questo tipo di pellicole. Qui, per esempio, i nostri servizi segreti hanno un'idea al limite della follia, talmente strampalata da essere riassunta con un solo, enigmatico vocabolo: DROMAX!...

Come? Presto spiegato: "Dromax" è un diserbante sperimentale, in grado di distruggere ogni forma vegetale a seguito di semplice contatto. Perché perdere tempo in faticose ricerche dei campi incriminati? Basta assoldare il solito pilota d'aerei ubriacone, ed incaricarlo di rilasciare il composto sui siti sospetti identificati nella mappa. Se necessario verrà rasa al suolo l'intera foresta!

Dimenticavo... unica controindicazione, nessuno sa che effetti potrebbe avere sugli esseri umani!

E lo scopriamo presto: forse irritazione alle vie aeree? Asma? Cancro? Morte? No.... ZOMBIFICAZIONE ISTANTANEA! La pelle si stacca dai muscoli sottostanti, gli occhi si fanno vitrei, ed i pensieri sconnessi. I poveri hyppies-narcotrafficanti vengono trasformati in terribili mostri assetati di sangue umano (i cosiddetti "Bloodeaters"). Effettivamente non ci troviamo davanti a dei veri e propri zombie, dato che amano succhiare il sangue dal collo a mo' di Dracula. Penso che il termine corretto sia "Zombiri", già usato in "Last Night" con Steven Seagal.

Ed è così che gli Zombiri cominciano a scorrazzare per la campagna circostante, in cerca di vittime da suggere avidamente. A farne le spese, alcuni ignari campeggiatori, qualche passante e, soprattutto, le povere orecchie dello spettatore.

Sì, perché la colonna sonora che accompagna le vicissitudini, sembra realizzata da un pianista sordo con i tremori, sovrapposta perlopiù con un volume inconcepibile, che a più riprese richiederà l'intervento sui pulsanti del telecomando per ridurre di almeno 20 tacche l'altezza del suono.

E con un audio del genere, anche la sezione video non poteva esser da meno: inquadrature oscillanti, primi piani vertiginosi, il tutto impreziosito da un riversamento su DVD probabilmente realizzato a velocità 800X con un masterizzatore dei primi anni 80, tanto che tutti i movimenti degli attori lasciano una scia di pixel di dubbio gradimento.

Trattenendo a stento il vomito per via del guazzabuglio audio-visivo, ci ritroveremo ad arrancare per il bosco in compagnia del gruppetto di non morti, in un crescendo di inseguimenti zombie-umani che ricoprirà praticamente tutta la durata della pellicola. Nella lista delle prede, è d'obbligo ricordare anche due quarantenni definiti dagli altri personaggi come "i bambini"... che la sindrome zombi sia la stessa di "Zombi Horror", nota come la prima causa di invecchiamento precoce per minorenni dei film dell'orrore?

Col passare dei minuti, le uniche novità registrate saranno i timpani irreversibilmente lesi e le retine intaccate da cataratta. Come avrete certamente capito, il finale verrà raggiunto in maniera non del tutto indolore...

Nonostante il soggetto interessante quanto simpatico, la messinscena è parsa troppo caotica, abbondante in tempi morti e in situazioni ridondanti. La marijuana degli zombi non ha sortito l'effetto desiderato, probabilmente quello di ovattare lo spettatore a tal punto dal fargli definire bello questo film.

 

Sick Matt

SCENA MEMORABILE
Cos'è? Una fiaccolata notturna? No, un vero assalto finale alla casa "Stile Romero" che  certo non può mancare in una pellicola di zombi che si rispetti. E Bloodeaters non fa eccezione! 

HO SCOPERTO CHE:
- Non fumare uccide
- Gli ex piloti di aereo sono tutti ubriaconi.

- Le mogli degli ex piloti di aereo sono tutte rompicoglioni.

- Non è difficile scovare una piantagione di marijuana volando a caso.

- Quando si è inseguiti dagli zombie, si finisce immancabilmente in una casa da difendere.

- Alcuni bambini hanno quarant'anni.

CITAZIONI

 

"Che cos'è?"
"Forse un procione...  ho detto procione con la "p" e non con la "f", tesoro... sono bestiole che rubano tutto quello che trovano..."
"Todd, non credo che i procioni con la "p" si avvicinino tanto alla gente..." 

 

"Lo sai perché le poste vogliono 15 cent. per lettera?"
" 5 centesimi per l'inoltro e 10 per tenerla lì"

" Quante marce, secondo te, ha un camion fuori uso?"
" Una lunga marcia , quella che si fa spingendolo"

"Come si riconosce un politico polacco?"

"Gli consegni un Walesa e lui per tutta risposta te lo sbatte in galera"

 

"Lasci che le spieghi di nuovo: c'è una banda di gente selvaggia e malata che gira nella foresta... non so chi siano e perché ci seguano , ma sono indemoniati ed assetati di sangue"

 

"Non hanno l'aspetto di esseri umani, ma sono cannibali!"

"Senta, io è da una vita che vivo in questi boschi... non ho mai visto cannibali..."

 

"Non importa se sono ubriachi o cannibali... loro non potranno far niente contro questo qui..."

VOTO: 5

violenza immotivata: 7

sesso gratuito: 6

brutti effetti speciali: 4

banalità: 5

umorismo pessimo: 1

errori: 9

illogicità: 6

sonnolenza sviluppata: 8

 

Scrivi commento

Commenti: 0