RITORNO DALLE ACQUE MALEDETTE

IL TRIANGOLO NO

Christian McIntire (Warnings, Antibody) nella sua prima opera come regista, dirige Lance Henricksen in una missione speciale ai confini del triangolo delle Bermuda... Demoni, Fantasmi e varchi temporali per una vera e propria crociera nel mistero. 

RITORNO DALLE ACQUE MALEDETTE - LOST VOYAGE - 2001
USA - 96'
REGIA DI: Christian McIntire
SCRITTO DA: Christian McIntire; Patrick Phillips
CON: Judd Nelson (Aaron Roberts); Janet Gunn (Dana Ellway); Lance Henricksen (David Shaw) 

IN BREVE
Un bambino riesce a recuperare il regalo che il padre non era mai riuscito a consegnargli prima di morire in un tragico incidente...
25 anni dopo, su una nave da crociera tornata dall'inferno!

RECENSIONE
"Ritorno dalle acque maledette", ma perché ci non sono rimasti, lì nelle "acque maledette", direte voi? Ma per raccontarci una fantastica storia su uno dei più classici "misteri", l'inquietante Triangolo delle Bermuda, e per riportare indietro un coltellino svizzero vecchio di 25 anni. 
Iniziamo dalle origini: questo film nasce su una sceneggiatura originale di Christian McIntire, eclettico professionista del settore, al suo esordio come regista.
La pellicola parte già con le migliori premesse, in quanto dopo pochi minuti, capiamo che seguirà la scolastica applicazione di una regola aurea dello Z-movie: la regola del "tempo dopo". Quest'affascinante teoria correla il tempo fittizio intercorso fra l'incipit della storia ed il suo svolgimento al livello di "zetosità" del film. Ebbene in questo caso trattasi di 25 anni, il lasso di tempo intercorso fra la scomparsa della nave da crociera "Corona Queen" ed il suo ritorno in questa valle di lacrime. 
E dove è stata l'ammiraglia della Crescent Cruises in questo quarto di secolo? Ma a fare da condensatore per una qualche intelligenza sconosciuta nel Triangolo delle Bermuda, per ritornare così carica di fantasmi/anime/demoni dai poteri variegati:  'generatore di miraggi", telecinesi, risucchio vitale, alterazione dello stato della materia. 
In seguito al ritorno "misterioso" della nave, Aaron Roberts, fisico picchiatello ed esperto di paranormale, alla ricerca del padre perduto proprio sulla Corona Queen, si allea con la reporter Dana Ellway per effettuare uno scoop degno del peggiore degli episodi di "Voyager": guidati dallo stagionato Lance Henricksen ed il suo team si recano a bordo della nave per andare incontro ad un quantomai ovvio sterminio di massa. 
Uno dopo l'altro i malcapitati che li accompagnano vengono uccisi da forze misteriose in grado... di riattaccare l'elettricità o perfino di calare un ancora! 
Incoerentemente distribuiti, gli eventi soprannaturali che accadono a bordo sono di una noia e banailtà mortali: qualcuno al giorno  d'oggi si stupisce ancora per un cavallo a dondolo che si muove da solo??


Il cast si compone di 7 attori: 2 muoiono subito, 2 hanno un ruolo marginale, la protagonista, con le sue capacità, potrebbe darsi alle pubblicità di articoli femminili, il protagonista ha l'appeal di un orsetto di gomma e poi... c'è Lance Hernicksen, che sembra sempre si sia appena svegliato dopo un torpore decennale, ed ovviamente non sta capendo nulla di ciò che gli accade intorno. 
Non possiamo concludere che con una menzione speciale per gli effetti speciali: passi per la nave, passi per l'elicottero, perché capisco la limitatezza del budget, ma i fantasmi che svolazzano attorno alla nave sono proprio inguardabili! 
...no non mi sono dimenticata del finale, è solo che fra triangoli, porte che si aprono da un lato oppure da un altro, fantasmi veri, fantasmi del passato, illusioni, allucinazioni, inferno, bambini inquietanti, si capisce che il film è frutto di un indigestione di McIntire che si era addormentato dopo cena guardando Mistero: fino all'ultimo ho creduto che il regalo dimenticato dal padre di Aaron fosse una copia di un libro di Pinketts ed invece, ahimè, era solo un coltellino svizzero. Sarà valsa la pena di aspettare così tanto?  

 

Erin Warner

 

 

SCENA MEMORABILE
Lance Henricksen viene "prosciugato della forza vitale" sul ponte di una nave da crociera, da un fantasma del triangolo delle bermuda. Che questo trattamento gli possa conferire delle capacità recitative? 

HO SCOPERTO CHE: 
- Il triangolo della bermuda è come un labirinto: ci si può perdere  

- Alcune teorie affermano che il triangolo delle bermuda è la porta dell'inferno
- A volte quando delle teorie confermano qualcosa, potrebbero anche essere un mucchio di balle
- E' sconveniente riattivare la corrente su un impianto vecchio di 25 anni mentre un amico sta lavorando su un pannello elettrico
- E' sconveniente tentare di passare sotto la catena di un'ancora mentre viene calata  
- I fantasmi del triangolo delle bermude possono incenerire le persone
- I fantasmi del triangolo delle bermude possono aprire buchi nel pavimento
- Quando si aspettano 25 per un regalo, è possibile che questo sia solo un coltellino svizzero 

CITAZIONI

"Lei vede i miei show?"
"La rubrica dei misteri?... ehm ... ah... a volte"

"E' un servizio importante"
"Lo immagino...  e andrà in onda prima della storia sulle avventure dei bambini alieni o di 'ho fatto la doccia con satana'??

"Salve, mi chiavo David Shaw, Crescent Cruises..."
"Salve Aaron Roberts"
"Il suo viso non mi è nuovo" 
"Può darsi, la mia famiglia ha fatto causa alla sua compagnia, mio padre e la mia matrigna erano sulla Corona Queen"
 "Non ero impiegato a quel tempo..." 

 

"Di cosa si tratta?"
"E' roba per la ricerca paranormale... misura qualsiasi tipo di fenomeni"  

"Che tipo di fenomeni?"
"Un po' particolari... quando mi metterò al lavoro sulla nave, lo scoprirà"  

"Ne vuoi un sorso?"
cenno positivo
 "Hai sete?"
"No grazie" 

"Qualcuno dice che il triangolo è il passaggio per l'ignoto" 
"Dove c'è un porta che si apre da una parte, oppure da un'altra" 
"E dietro la porta, che c'è?"
"Il punto è questo: alcuni sostengono che quella porta si apre direttamente sul mondo degli inferi" 
 
"Sa cos'è un consensatore?"
"Naturalmente!..."  
"Io penso che la Corona Queen, in qualche modo, abbia accumulato energia proveniente dall'altra parte" 
"ma che energia??"
 "non so che tipo di energia è, ma qui c'è un'intelligenza... un intelligenza che è stata accumulata dall'altra parte per moltissimo tempo, quindi non possiamo più fidarci di quello che vediamo e che ascoltiamo... la nave gioca con le nostre paure, ci sta creando dei miraggi!" 

 

VOTO 7 

violenza immotivata: 5

sesso gratuito: 1

brutti effetti speciali: 8

banalità: 4

umorismo pessimo: 1

errori: 7

illogicità: 8

sonnolenza sviluppata: 4

 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Madison Blanton (martedì, 24 gennaio 2017 19:17)


    Aw, this was an incredibly good post. Finding the time and actual effort to generate a top notch article� but what can I say� I put things off a lot and don't manage to get anything done.