PRIMAL PARK

MIRACOLI GENETICI AD UN PREZZO RAGIONEVOLE

Capitolo estremo dei DNA-movies: sulla scia di Jurassic Park, una taroccata indegna perfino della peggiore terza serata sulle reti locali, che cerca di catalizzare la vostra attenzione su qualche smilodon riportato in vita della preistoria. 
La peggiore computer grafica della storia del cinema ed una sceneggiatura pessima contribuiscono alla creazione di un ibrido cinematografico ripugnante.

PRIMAL PARK, LO ZOO DEL TERRORE - ATTACK OF THE SABRETOOTH - 2005
USA - 89'
REGIA: George Miller
SCRITTO DA: Phil Botana, Tom Woosley
CON: Nicholas Bell (Niles), Brian Wimmer (Brian), Stacy Haiduk (Savannah)

IN BREVE

Dei ragazzi, durante una caccia al tesoro su un isola tropicale, disattivano i sistemi di sicurezza di un parco preistorico, liberando tre tigri dai denti a sciabola. 

RECENSIONE

Scenari da favola, natura incontaminata, una trama avvincente ed effetti speciali mozzafiato: tutto ciò che non troverete visionando Primal Park, film in grado di paralizzare lo spettatore grazie ad uno sbalorditivo livello di spazzatura. 
Questa piccola perla della moderna fantascienza formato TV è caratterizzata da una trama molto innovativa, totalmente distaccata dai comuni canovacci tipici del genere... Un imprenditore ha deciso di fondare, su di un isola tropicale sperduta nell'oceano, il "Parco Primitivo", una riserva naturale in cui vengono ospitati numerosi animali, fra cui alcune tigri dai denti a sciabola, ottenute mediante  mirabolanti progressi nel campo della genetica e della biologia molecolare. In pratica basta cambiare l'ordine degli addendi ed il risultato non cambia... I dentoni delle sabretooth non riescono a mascherare il solito polpettone trito e ritrito.

 

Tutto sembra procedere con placida calma, in quel del Primal Park, fin quando un gruppo di discoli adolescenti, decide di disattivare i sistemi d'allarme del parco per potervi scorrazzare a piacimento e compiervi una eccitante caccia al tesoro. 
Questo crea qualche piccolo disguido agli ospiti del parco, in particolare in seguito al rilascio di una coppia esemplari di tigre dai denti a sciabola, affetti da bulimia. 
Ecco spiegato perché assalgano e divorino qualsiasi cosa si trovi nei loro pressi, senza curarsi minimante di saziarsi mediante il lauto pasto appena procuratosi. 
Dobbiamo riconoscere in questo espediente un punto segnato in favore degli scrittori per giustificare l'enorme dispendio di cadaveri, però la prossima volta si esigono dei leoni anoressici per compensare...  
Dunque si susseguono senza stallo le scene di brutale furia selvaggia, realizzate con "dovizia di particolari" dai curatori degli effetti speciali, sfruttando sia i metodi più tradizionali, quali riproduzioni impagliate e componenti in cartapesta, fino alle ultime frontiere della tecnologia, facendo sfoggio di computer grafica di eccellente livello, perfettamente integrata con il resto dell'ambiente.. a patto di non indossare occhiali da vista, nel qual caso ci si rende conto che un qualsiasi bambino, munito di pennarelloni Jose Carioca, avrebbe ottenuto un risultato più credibile. 

 

Ciò che più riesce ad attirare lo spettatore sono però degli  interessanti elementi di originalità che non intaccano mai la credibilità dell'azione, e la ricchezza di colpi di scena di grado di catalizzare l'attenzione sempre sullo schermo. 
Sul finale, dopo che i due famelici felini sono stati eliminati, ci viene rivelata la presenza di un ulteriore tigre, dall'impressionante peso di un quintale, che deambula esclusivamente con l'ausilio dei suoi arti anteriori, poichè la sua porzione posteriore possiede consistenza gelatinosa (badate bene: qualsiasi cosa questo voglia significare). Ci si potrebbe immaginare che una tale aberrazione non sia in grado di nuocere ad alcuno, ma gli abili sceneggiatori di Primal Park sono riusciti a ricreare un  inseguimento fra l'animale strisciante e la sua vittima, in cui la tensione la fa decisamente da padrone!

 

All'originalità del film contribuisce anche la scelta di far ignorare a tutti i personaggi qualsiasi segnale di pericolo: non si può non rimanere piacevolmente colpiti nel notare che il ritrovamento di pezzi di cadavere dilaniato o di grosse chiazze di sangue non crei alcun allarme nei protagonisti della pellicola, nemmeno se accompagnato da un ruggito sospetto nelle vicinanze. Addirittura un addetto alla sicurezza, totalmente sprezzante del pericolo, si pone alla mercé di una famelica tigre per inseguire la pagina di un giornaletto osè... Davvero geniale!!

 

A completare il già avvincente panorama descritto, contribuiscono le piacevoli scelte registiche; spesso gli animali ci vengono proposti utilizzando soluzioni innovative, quali le ombre proiettate sul muro, dietro pannelli semitrasparenti o ancora nel riflesso di un paio di occhiali da sole; ma il colpo di coda è senza dubbio la TigerVision: fra le fronde della giungla o in un corridoio buio ci viene proposto di godere dell'azione mediante gli occhi dell'animale stesso, ed attraverso un' accattivante realizzazione grafica ci lascia scoprire che i felini sono in grado di utilizzare una sorta di "visione termica".

 

Phil Botana e Tom Woosley non mancano di stupirci anche nel finale: forse esiste un'altra fiera in libertà... che sia forse in prospettiva un sequel? Speriamo decisamente di sì, perché sarebbe un vero peccato dover rinunciare ad un altro piccolo e delizioso capolavoro come questo.

 

Erin Warner

 

SCENA MEMORABILE

Una meravigliosa statua in oro massiccio campeggia sul tetto del Primal Park Resort... Ma il destino ed un sabretooth gelatinoso hanno in mente si sfruttare questa maestosità architettonica come arma impropria. Certo il povero Niles ha avuto una cattiva idea quando, vedendo un dente che gli piombava addosso, ah deciso di gridare con tutto il fiato che aveva in corpo... AAAAAAABBACINANTE!

HO SCOPERTO CHE...

 - I feti di sabretooth hanno i dentoni
 - Le tigri dai denti a sciabola possono essere gelatinose
 - Sui computer appaiono sempre schermate alla matrix
 - Vedere in giro pezzi di cadavere è abbastanza consueto
 - Un giornaletto porno vale il rischio di essere sbranato
 - La caccia al tesoro è un passatempo in voga tra i giovani americani
 - Le tigri dai denti a sciabola hanno la visione termica

- Per nutrire delle tigri dai denti a sciabola è bene usare una ciotola.
 - Il malocchio esiste

CITAZIONI

 

"Basta saper utilizzare il cervello per vincere"

"Siete i benvenuti al premio speciale dell'anno per la caccia al saprofago...Uhhhh"

"Questo proviene dalla cantina privata di un duca molto vanitoso, durante una mano di baccarà a Montecarlo ognuno puntò qualcosa a cui teneva molto... Il mio jet privato contro la sua cantina. E chi vinse? EH EH. Il duca on battè ciglio. L'aveva rubata ad Imelda Marcos, l'ultima cosa che mi aspetterei da una famiglia ricca sfondata da 800 anni."

"Le Fiji, e quest'isola, la nostra isoletta privata sono la perfetta sperimentazione per un'idea di intrattenimento dal vivo che è unico, eccitante, all'avanguardia delle scienze, della veterinaria e della genetica"


"Non voglio confondervi con troppa scienza..."

"Gli studi sulla moltiplicazione genetica del DNA mitocondriale hanno portato al nostro primo grande successo, qui a Valalola, e nei prossimi sei mesi ha assicurazione dal mio team scientifico che potranno esserci altre replicazioni multiple nella nostra area. Mhhh... che significato gli diamo?"   

"Questo è il parco primitivo... Pericolo non è una parola che conosco"

"Alcuni credono alle supersitizioni altri direbberoche è un..."
"Forza finisici!"
"Che si tratta di un malocchio"
"AH AH AH Già sarebbe un malocchio"
"Cosa sai dei veleni dei paesi lontani?"
"Niente"

"Allora Kirk, sai assetato?"
"Più di un mandrillo Afghano"

" E' un gigantesco malvagio bastardo... pesa una tonnellata"
" Un gattino pericoloso"
" Sembra il tuo peggiore incubo... la parte posteriore del suo corpo è come una gelatina..."

"Non uccidono solo per nutrirsi... abbiamo fatto dei test: dicono che i felini sono bulimici, adorano mangiare ma non trattengono mai il cibo! Uccidono mangiano e poi lo vomitano" 

VOTO: 9

violenza immotivata: 8

sesso gratuito: 1

brutti effetti speciali: 10

banalità: 6

umorismo pessimo: 1

errori: 10

illogicità: 9

sonnolenza sviluppata: 1

 

Scrivi commento

Commenti: 0