LEGGENDA MORTALE

SAPRO' SEMPRE COS'HAI FATTO L'ESTATE SCORSA

Ennesimo sequel della teen-saga "So cos'hai fatto". Niente di nuovo rispetto all'estate scorsa, se non una serie di dementi trovate in grado perlomeno di ridicolizzare l'intero cast.

LEGGENDA MORTALE - I'LL ALWAYS KNOW WHAT YOU DID LAST SUMMER - 2006
USA - 92 min
REGIA: Sylvain White
SCRITTO DA: Michael D. Weiss
CON: Brooke Nevin (Amber), David Paetkau (Colby), Torrey DeVito (Zoe), Ben Easter (Lance), Seth Packard (Roger), Clayton Payton (PJ), K.C. Clyde (Vicesceriffo Hafner), Michael Flynn (Sceriffo Davis) 

IN BREVE: 

Durante l'estate, un gruppo di teen-ager organizza uno scherzo al luna park. Uno di loro muore accidentalmente. Un anno dopo, un pescatore zombie torna dall'aldilà per punirli della malefatta

 

 

RECENSIONE: 
"
Leggenda mortale" altri non è che l'ennesimo capitolo della saga per tredicenni lesi “So cos'hai fatto l'estate scorsa”. Ora, il capire cosa sta alla base del girare un sequel dei già orribili suddetti film potrebbe essere motivo di fervida discussione, ma non intendo soffermarmi su ragionamenti che vanno al di là di ogni umana comprensione, perciò passo direttamente alla recensione. 


Dopo l'inutile incipit dove un giovane muore perché finisce trafitto dalla marmitta di un trattore, il film prosegue come una noiosa sequela di giovanili amori giovanilissimi festini, intervallati di tanto in tanto da qualche OMICIDIO più o meno cruentoInsomma, in un tripudio di pettinature "spettinate", vestitini succinti e frasi modello "Ciao! Hai cambiato smalto per le unghie questa settimana?", a
llo sventurato spettatore non resta altro da fare se non provare giocare a “smaschera il colpevole” (che guardando il film non può che essere lo sceriffo o il vice o l'ex fidanzato o...). Pensate allo stupore quando si scoprirà che l'assassino è un improbabile SERIAL KILLER ZOMBIEvenuto sulla terra appositamente per punire tutti coloro che hanno un segreto non svelato. Ovviamente, il perché egli uccida in quanto a conoscenza di qualcosa che gli altri non dovevano sapere ed il perché cominci a tormentare i nostri poveri teen-agers dopo un anno esatto, non sarà mai spiegato.

 

Premettiamo che lo squartatore, udite udite, pratica la nobile professione di PESCATORE... forse perché qualcuno ha immaginato ciò potesse turbare. Beh, sta di fatto che il nostro non svolge proprio alla lettera il proprio lavoro, dedicandosi piuttosto all'arte di infiocinare i poveri ragazzi. Non immaginatevi però un killer "vecchia maniera", egli è davvero al passo con i tempi! Pensate che durante il film manda ben cinquanta sms alla protagonista, ognuno recante la scritta “so cos'hai fatto l'estate scorsa”. La  frase verrà poi da lui riportata sul bordo di piscina, scritta con l'acqua per spaventare il povero bagnino(!). Il suo tormento psicologico è però relegato ai primi minuti della sua apparizione: presto decide di passare dalle parole ai fatti, falcidiando cruentemente i poveri teen-ager in una sequela infinita di noiosi inseguimenti e scontatissime apparizioni ad effetto, che porteranno in maniera non indolore al banalissimo epilogo.

 

Ricordiamo che, mentre nel primo capitolo di questa stupenda (?) saga il “qualcosa fatto l'estate prima” era un omicidio, qui non è altro che uno scherzo venuto male dove uno si rompe l'osso del collo senza che nessuno abbia colpa. Insomma, non c'era davvero motivo da parte dei giovani di tenere il segreto sullo scherzoma, forse, senza questo pretesto non sarebbe stata possibile la realizzazione di questa spazzatura.

 

In conclusione, il film più che una leggenda mortale, è una noia mortale, che però possiede un pregio: quello di auto-cancellarsi dalla memoria dopo 0,2 secondi dalla fine della visone (per fare questa recensione ho dovuto, ahimè, riguardarlo...).

Sconsigliata la visione a tutte le fasce d'età.

 

Sick Matt

 

SCENA MEMORABILE: 
In piena notte Amber si sveglia per bere un bicchiere d'acqua, quando sente il cellulare vibrare. Sul display trova ben cinquanta messaggi, tutti con scritto "So cos'hai fatto l'estate scorsa". Questo è il momento a più alto tasso di tensione del film. Un po' tutti rimpiangiamo gli anni passati, quando esisteva solo il buon vecchio telefono fisso... 

HO SCOPERTO CHE...

- Qualcuno sa sempre cos'hai fatto l'estate scorsa.
 - Molta gente non è andata al mare l'estate scorsa.
 - Non è difficile fingersi un serial killer in un Luna Park.
 - E' meglio non avere un segreto.
 - Se imiti un personaggio immaginario poi lui verrà ad ucciderti.
 - Il colpevole a volte non è il maggiordomo.

CITAZIONI: 


"Conoscete la storia, vero? Su quello che succede il 4 Luglio..."
"Amber, vuoi mandare in paranoia tutti quanti?"
"No... mi piace sentirtela raccontare..."
"Di cosa state parlando?"
"...Il Pescatore! Ogni 4 di Luglio tira fuori il cappello e l'incerata, affila il suo uncino...e corre all'impazzata!"
"....Ma soltanto dietro agli adolescenti"


"Il 4 Luglio quest'uomo impazzisce, uccide un gruppo di ragazzi in questa piccola città...probabilmente fu una specie di vendetta... poi l'anno dopo fa la stessa cosa su un'isola dei Caraibi e morì lì..."
"Diventando una leggenda..."

VOTO: 4

violenza immotivata: 6

sesso gratuito: 4

brutti effetti speciali: 3

banalità: 10

umorismo pessimo: 3

errori: 5

illogicità: 4

sonnolenza sviluppata: 9

 

Scrivi commento

Commenti: 0