STONEHENGE APOCALYPSE

STONEHENGE HA FATTO FUORI UN ELICOTTERO!

Quale miglior ambientazione per un film catastrofico di serie Z, se non la mitica Stonehenge?
Storditi dall'alternarsi caotico di elettrizzanti impulsi violacei, verrete travolti dal susseguirsi incalzante degli avvenimenti, sballottolati repentinamente tra Gran Bretagna, USA, Messico e Indonesia!
Davvero un disastro di portata MONDIALE! 

STONEHENGE APOCALYPSE - 2010
Canada - 88 min
REGIA: Paul Ziller
SCRITTO DA: Paul Ziller, Brad Abraham
CON: Misha Collins (Jacob), Torri Higginson (Kayce), Peter Wingfield (Dr. Trousdale), David Lewis (David)

IN BREVE

Un ciarlatano ed una scienziata devono combattere contro il sito archeologico di Stonehenge, fulcro di catastrofici eventi volti a determinare la fine del mondo. In palio c'è la salvezza del genere umano!

RECENSIONE

Dopo aver scroccato un passaggio a John Titor, sbarchiamo frettolosamente a Stonehenge, Gran Bretagna, dove, purtroppo per noi, la situazione è già fuori controllo. Gli eventi che stanno prendendo forma nella suddetta località, hanno un'adesione alla realtà pari ad una puntata di "Voyager" registrata al contrario, alla quale viene sovrapposta una puntata di "Mistero" condotta da Raz Degan.

Per chi non l'avesse capito, il film in questione è un caposaldo del genere catastrofico-azione-scienziati, che cerca di accontentare sia i complottisti da quattro soldi stile Giacobbo, sia i catastrofisti dell'ultim'ora stile Maya-2012. Esso risponde all'altisonante nome di "Stonehenge Apocalypse", titolo senzazionalista acchiappa-allocchi.

 

La trama è più o meno questa: il sito archeologico di Stenehenge si è "attivato", e quello che ciò significa c'entra con il geomagnetismo e con la sismologia, o almeno così pare. Sta di fatto che i simpatici megaliti che compongono il reperto hanno deciso di sprizzare fulmini e saette in tutte le direzioni, eseguendo inoltre un inconcepibile ciclo rotatorio sul proprio asse. A farne le spese, nell'immediato, un gruppo di poveri turisti, simpaticamente polverizzati, e successivamente, il RESTO DEL MONDO!

 

Un gruppo di esimi scienziati si ritrova presto a sproloquiare sull'argomento, apportando spiegazioni pseudo-scientifiche a raffica, ignari che presto gli eventi volgeranno al peggio.

Per prima cosa le piramidi Maya dello Yucatan "esplodono" inaspettatamente distruggendo il Messico con tutti i suoi abitanti, a seguito di un'inondazione di magma e lapilli.

Quasi scontato, per i sopra citati scienziati, giungere ad ovvie quanto fantascientifiche ipotesi riguardo i possibili collegamenti con Stonehenge.

Dopo aver constatato difatti che "Stonehenge è collegata alle piramidi Maya con una linea retta", cosa che tra l'altro mi sembra valga anche per Cinisello Balsamo e Stonehenge, i nostri inseriscono complesse formule nei vari computer distribuiti in una stanza, ottenendo un provvidenziale "conto alla rovescia", che dovrebbe perlomeno animare gli eventi generatesi sul teleschermo.. la cosa viene presa terribilmente sul serio!

Entra in gioco un personaggio da noi definito "il complottista medio", ovvero il classico sedicente scienziato che ora sostiene di poter prevedere i terremoti, ora difende le teorie sulle scie degli aerei che in realtà sarebbero sostanze chimiche rilasciate per controllare la popolazione. In questo caso, il suo  background è di tutto rispetto: è difatti convinto che il governo stia nascondendo le prove del ritrovamento di una testa robot sulla Luna, teoria che gli costa l'esclusione dalla comunità scientifica.

Riqualificato per  l'occasione, viene chiamato in servizio direttamente sul luogo del misfatto. Così, dotato di marchingegni al limite del ridicolo, analizza le rocce di Stonehenge e scopre, attraverso immagini geo-termo-scannerizzate (termine da me inventato che ben si presta all'occasione), che solo un artefatto può fermare il processo di movimentazione dei blocchi di pietra: la routa di Anticitera! Per chi non lo sapesse esso è un reperto realmente esistente definito "oopart" o "oggetto fuori dal tempo". Un po' come la computer grafica utilizzata per gli effeti speciali, che probabilmente avrebbe fatto bella figura in un film dei primi anni novanta, non certamente in uno del 2010!

 

Nel frattempo il nostro eroe, sfidando le leggi dello spazio tempo, si precipita al museo (ovunque esso si trovi) dove l'oscuro artefatto è custodito, impossessandosene perlopiù con la forza: non si risparmierà difatti di colpire sul grugno un losco figuro direttamente con l'oggetto in questione!

Cosa sta succedendo? Chi è il malvagio antagonista? Purtroppo non posso svelare tutti gli innumerevoli colpi di scena. Vi basti sapere che il famoso "conto alla rovescia" presto dimostra che, ogni dieci ore, un edificio storico feticcio per creduloni, esplode: tocca prima ad una piramide in Indonesia, poi alle Piramidi di Giza.

Il collegamento tra gli eventi è però localizzato nel Maine, dove uno scapestrato archeologo ha appena  rinvenuto l'ingresso segreto di un'ennesima piramide, la figura geometrica certamente preferita dallo sceneggiatore. 

Che ne dite, troppa carne al fuoco? Pare anche a me... Presto ogni pretesa di sequenzialità e di razionalità viene meno, facendo sì che la follia prenda il sopravvento.Onde energetiche e violacee smembrano lo schermo, intense pulsazioni luminose saturano i cristalli liquidi del monitor... viene lanciata anche una bomba atomica; è troppo!!! La sovrabbondanza di materiale non mi permette di portare a termine la recensione. Niente di tutto ciò può continuare ad essere descritto con le semplici parole; non vi rimane che visionare di persona la suddetta pellicola, possibilmente al più presto.

Il tutto sperando che gli eventi riprodotti non causino l'apertura di un portale dimensionale direttamente nel vostro salotto! Consigliato solo ai temerari!

 

SCENA MEMORABILE

Dopo pochi secondi, si entra subito nel vivo del film: alcuni poveri turisti vengono letteralmente disintegrati da un'onda d'urto elettromagnetica proveniente dai megaliti. Che dire di più?

HO SCOPERTO CHE...

- Il sito archeologico di Stonehenge è in realtà un macchinario semovente.

- Le Piramidi Maya, quelle di Giza e quelle Indonesiane sono in realtà bombe atomiche pronte ad esplodere.
- Qualcuno può prendere una puntata di Voyager molto sul serio.

- Stonhenge e lo Yucatan sono collegati da una linea retta.

 

CITAZIONI

 

"Siamo qui perché crediamo nell'anomalo, nell'inesplicabile, nell'imprevedibile... siamo qui perché vogliamo conoscere la vera storia!"


"Sembrano delle onde radio..."

"Si, lo so... e queste particolari onde sono solo tra le pietre..."

"Non fanno parte dell'interferenza elettromagnetica?"

"No, queste lunghezze d'onda sono strutturate!"

"E' molto strano..."

 

"Abbiamo trovato questa anomalia..."

"Che cos'è?"

"E' una scansione dell'altare di pietra che mostra un campo elettromagnetico nella pietra stessa."

 

"L'attività elettromagnetica è così intensa che sta cambiando la struttura molecolare delle particelle organiche del terreno... come quando si è sviluppata la vita sulla terra."


"C'è un mutamento nello schema sequenziale all'interno delle onde radio: si autoriducono e nel frattempo si riciclano."

"Quanto intercorre dal mutamento alla riduzione?"

"Mi serve una proiezione della potenza!"

 

"Dia un occhiata..."

"E' un reticolo dell'energia planetaria... è qualcosa di pseudoscientifico!"

 

"Guarda qui: è una linea diretta dallo Yucatan a Stonehenge!

 

""Che diavolo sta succedendo, dottore? Stonehenge ha fatto fuori un elicottero..."

 

"Sta dicendo che questa è la chiave per neutralizzare Stonehenge?"

"Esatto."

"Quindi la sua ipotesi è che Stonehenge sia una macchina che si può accendere e spegnere con la chiave come un'automobile..."

 

"Portare le onde a questa frequenza trasformerebbe Stonehenge in un reattore nucleare!"

VOTO: 8

violenza immotivata: 7

sesso gratuito: 1

brutti effetti speciali: 9

banalità: 8

umorismo pessimo: 1

errori: 8

illogicità: 8

sonnolenza sviluppata: 4

 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Olympo (martedì, 11 settembre 2012 01:51)

    Sembra molto interessante....un film che non puo' mancare nella videoteca di uno Z- movier :-D