CREATURE DEL TERRORE

BIG POPPA FISH

Persino la ex famosa Carol Alt, una volta passati gli 'anta, è precipitata nel buco nero del trash di serie Z. A riprova del funesto percorso, rimane questo "Creature del terrore", al secolo "Snakehead terror", dove ad un banco di pescioloni fa indigestione di ormoni umani della crescita. Peggio di così...

CREATURE DEL TERRORE - SNAKEHEAD TERROR - 2004
CANADA - 87 min
REGIA: Paul Ziller
SCRITTO DA: A.G. Lawrence
CON: Bruce Boxleiter (sceriffo Patrick James), Carol Alt (Lori Dale), Chelan Simmons (Amber James), Bro Gilbert (vicesceriffo Reese), Ryan McDonell (Luke)

IN BREVE

Un lago è infestato da pesci carnivori chiamati "Snakehead". I residenti buttano del veleno nel lago e li uccidono tutti. Due anni dopo gli "Snakehead" tornano a popolare il lago, ingigantiti a causa degli ormoni buttati nel lago da un negoziante

RECENSIONE

"Creature del terrore" si presenta sostanzialmente come un delirante teen-movie a sfondo lacustre, che, tanto per cominciare, si svolge due anni dopo gli avvenimenti presentati nei titoli di testa, tra ritagli di cronaca nera e immagini sfuocate delle profondità marine. Superato lo shock del non aver capito nulla, eccoci catapultati nel bel mezzo del film.


L'accattivante trama si sbriciola in meno di tre minuti, obbligando lo spettatore ad assistere ad un simil "Lo squalo" in versione low-budget... e senza squalo.
Al suo posto gli "Snakehead", realizzati con una computer grafica che dà tanto l'idea di un lavoro lasciato a metà.
La trovata geniale è l'abilità, loro conferita, di spostarsi anche fuori dall'acqua: abilità che sfocia in un patetico teatrino malamente realizzato.
Lo scontatissimo "Snakehead" extra large, inobesito e inebetito dagli ormoni, sbuca arzillo verso fine pellicola, aggiungendo sgradevoli pixel alla già indigesta messinscena. Unico sistema per ucciderlo: una scossa da CENTO MILIARDI di WATT direttamente nel lago, per la gioia di Edison, Tesla ed affini.


La commiserazione ha luogo a pochi secondi dai titoli di coda, quando i neuroni riprendono le loro normali funzionalità: il cast da fiction di terza scelta, visibilmente a disagio nelle varie ambientazioni trash ricreate dal regista, è sicuramente una delle cause del fallimento totale. Come si può poi rimanere indifferenti davanti ai peggiori luoghi comuni del genere, come poliziotti tonti, sindaci pro-balneazione e teen-ager desiderosi di farsi un bagno, messi lì proprio a ricordarci la totale mancanza di originalità del lavoro.
Ma gli attori non sono gli unici imputati: cosa dire degli Snakehead malamente realizzati, ennesimo espediente lacustre per imbastire il filmetto horror del momento, degno al massimo della terza serata su Italia 1.

 

Insomma, un lavoro certamente utile per farvi perdere del tempo, ma anche in perfetta sintonia con la logica perversa di Z-movies. Una serata anonima potrebbe ravvivarsi con una dose extra di banalità, forse a dimostrare la legge matematica del "meno per meno uguale più".

Pertanto, voto 2 anziché 1, anche se è giusto ribadire che nessuno in questa, od altre galassie, potrebbe mai sentire la necessità di visionare una seconda volta un film del genere.

 

Sick Matt

 

SCENA MEMORABILE

Dopo un'ora e trenta ecco apparire finalmente lo scontatissimo pesciolone XXXL. Lo sceriffo spara ad un cavo della corrente, che cade a terra. La figlia e la biologa lo buttano in acqua, scatenando un'onda elettrica che uccide lo Snakehead gigante e tutti quelli più piccoli presenti nel lago. E' la fine...

HO SCOPERTO CHE...

- L'ormone umano della crescita rende gli Snakehead più grossi.
 - L'ormone umano della crescita è reperibile in taniche rosse da 5 L.
 - Tre taniche di ormone umano della crescita diluite in un lago sono più che sufficienti.
 - C'è sempre qualcuno che specula sulla balneazione altrui.
 - L'autonomia degli Snakehead fuori dall'acqua è di due ore.
 - C'è sempre qualcuno che esagera con gli ormoni umani della crescita.
 - Il sonar delle barche segnala la presenza di pesci in profondità.

CITAZIONI

 

"Questo non è un corpo!"
"No?"
"No, è un cane"


"Con cento dollari avresti belle donne e tanta droga!"

"Magari un bambino ha lasciato andare un piccolo alligatore nel lago!"

"Qualcosa là fuori ha ucciso due persone negli ultimi due giorni, se non non chiudiamo il lago adesso avremo 365 abitanti in meno la prossima estate!"

"E' molto carina per essere una biologa!"
"Conosci molte biologhe?"
"No però vedo spesso quei canali sugli animali..."

VOTO: 2

violenza immotivata: 6

sesso gratuito: 1

brutti effetti speciali: 8

banalità: 9

umorismo pessimo: 1

errori: 6

illogicità: 4

sonnolenza sviluppata: 7

 

Scrivi commento

Commenti: 0