CREATURA DAL PROFONDO DEGLI ABISSI

SONO SICURO CHE VI FARA' CADERE IL GONNELLINO

Perchè immergersi nel lago di Lochness truccati da Braveheart? Per uccidere Nessie forse? E se ci fosse anche un secondo mostro ancora più famelico? Sembra impossibile, ma la trama è proprio questa...

CREATURA DAL PROFONDO DEGLI ABISSI - CREATURA- IL MISTERO DI LOCHNESS - BENEATH LOCH NESS - 2002
Inghilterra - 91 min
REGIA: Chuck Cominski
SCRITTO DA: Shane Bitterling
CON: Patrick Bergin (Bley), Lysette Anthony (Lyz), Brian Wimmer (Case)

IN BREVE

Una crew di scienziati deve trovare, nelle profondità del lago di Lochness, un dinosauro che si è mangiato il povero Nessie.

RECENSIONE

Cosa si nasconde nelle profondità del lago di Lochness?

Rispondere "Nessie" è fin troppo scontato.

Sarebbe meglio dire: c'è "anche" Nessie... perché nello specchio d'acqua fra i pendii delle highlands, si cela anche un altro segreto: un dinosauro.

 

Secondo i ricercatori, infatti, qualche misterioso mostro paleontologico utilizzava il lago come "vasca di riproduzione".
Quest'ipotesi fantascientifica non può certo essere confutata: piuttosto viene corroborata dalla presenza di uova fossili sul fondo lacustre...

...E quando ci sono delle "cucciolate preistoriche", ci sono sempre i genitori...
...E genitori di cucciolate preistoriche equivale a sgranocchiamenti di scienziati e paesani misti a favore di trama... 

 

Con un costrutto ipotetico così balzano, i protagonisti del film non trovano molto sostegno nella comunità scientifica; piuttosto ottengono pieno appoggio dallo scemo del villaggio, Donald Bley, pazzoide lunatico il cui unico figlio è stato divorato dal mostro. 

Neanche avesse il sostegno di Rita Levi Montalcini, il ricercatore Case Howell, si ringalluzzisce e coinvolge il malato psichiatrico in un un progetto di dubbia valenza scientifica.  

Tutto questo ricercare dà i suoi frutti: comparso un cadavere di Nessie smozzicato, Case elabora la teoria definitiva: un mostro di Lochness non esiste. Ne esistono DUE! 

 

Il velo, anzi, il tartan pietoso di stende da sé. 

 

Di livello infimo gli effetti speciali: come da cliché, il mostro si vede sempre attraverso vetri, schermi o telecamere (esplicitamente riconosciute come a bassa risoluzione), e somiglia vagamente al biscione di canale 5.
Per il resto dobbiamo accontentarci di grafici al computer e blaterare di dati senza senso.

 

Non devo sottolineare che è difficile raggiungere la seppur minima tensione se si è impegnati ad decifrare deliri sconclusionati su salinità, ai sensori e sonar...

Purtroppo la belva nel suo splendore si vede solo per alcuni istanti:
- quando in cui si pappa un gruppo di hippies new age che stanno "celebrando i druidi" nel lago (con grande sollievo per lo spettatore)
- in alcune scene subacquee nel finale, mentre a schivare dei barattoloni di esplosivo, quando si trova fronteggiare Howell ed il simpatico Bley, immersosi truccato da Braveheart (!).
Quanta avarizia nel mostrare il mostro! D'altronde, parliamo o no di scozzesi?

 

L'idea di fondo del film è decisamente trash: la caccia ad un dinosauro che si nutre di mostri di Lochness.

Purtroppo il prodotto realizzato è piuttosto scontato e noiosetto, e più della metà del film si perde in dialoghi riciclati da altri film di genere: gli scienziati che litigano con i paesani ("non vogliamo estranei nel nostro paese"), gli scienziati che litigano con le autorità ("non vorrete che crediamo al mostro di Lochness"), gli avvertimenti inascoltati ("dovete proibire l'accesso al lago")... 

 

Dopo novanta minuti ci si sente decisamente più rilassati vedendo che il film si conclude con una grossa esplosione sottomarina, e si spera che questa distrugga il DVD...  La visione è riservata solo ai super-appassionati del genere criptozoologia!

 

Erin Warner

 

SCENA MEMORABILE

Omelette finale di uova di dinosauro (Bley le buca con un arpione)... Il mega-mostro si arrabbia leggermente, e decide di papparsi il povero sub (immersosi truccato con i colori tradizionali scozzesi). Visto il look che sfoggia... chi potrebbe dargli torto?

HO SCOPERTO CHE...

- Si può dare un nome a una telecamera.
 - Pescare usando degli esplosivi è divertentissimo.
 - Gli scozzesi non sono tanto ospitali.
 - In scozia esiste il detto "Sono sicuro che ti farà cadere il gonnellino".
 - Il Chronosaurus, o Leviatano, è detto il T-Rex del mare.
 - Con la luna piena si celebrano i druidi.
 - Gli scozzesi fanno immersione truccati come in Braveheart.

CITAZIONI

 

"Siamo comunque su una linea di faglia molto attiva"
"Davvero? Me ne ero dimenticato"


"
Non abbiamo bisogno di avvoltoi invasati che si drogano e si divertono a far casino... Di notte poi!
Che vadano a dormire... Sono dei pazzi furiosi!"

"OH PERFAVORE! Posso fare di meglio con Photoshop!"

"Era orrendo, aveva degli occhi di pece, come l'inferno! Ovviamente non mi credettero, dissero che ero ubriaco, che ero un pazzo!"

"Non ero ubriaco, come non lo sono adesso. Non lo sono mai quando pesco!"


"Il Chronosaurus, il T-Rex del mare, in confronto lo squalo bianco diventa... non saprei... una sogliola?"

VOTO: 3

violenza immotivata: 3

sesso gratuito: 1

brutti effetti speciali: 7

banalità: 6

umorismo pessimo: 1

errori: 6

illogicità: 6

sonnolenza sviluppata: 3

 

Scrivi commento

Commenti: 0