SETTEMBRE 2010 - MORDIMI

LA NOIA FA BUON SANGUE

MORDIMI - VAMPIRES SUCK - 2010
USA - 82 min
REGIA: Jason Friedberg, Aaron Seltzer
SCRITTO DA: Jason Friedberg, Aaron Seltzer
CON: Jen Proske (Becca Crane), Matt Lanter (Edward Sullen), Diedrich Bader (Frank Crane), Chris Riggi (Jacob White)

RECENSIONE

Dopo una meritata pausa estiva passata lontana dalla sale cinematografiche, con l'avvento di Settembre si è riproposto il dilemma riguardante il film da incoronare come Zeta del mese. Grazie al provvidenziale intervento del duo Friedberg e Seltzer, la missione si è però rivelata più facile del previsto. Chiunque di voi sia, per sua sventura, incappato in una delle "opere" dei sopra citati,  saprà di cosa sto parlando. Gli sciagurati cineasti altri non sono che gli artefici delle inutili parodie (vedi "Epic Movie", "Disaster Movie", "3ciento") che periodicamente si ripropongono di fare il verso al film di successo del momento, con risultati sempre oltraggiosi per il comune senso dell'umorismo e in generale per la mente umana. Caratteristica regolare è, difatti, l'incapacità di scatenare un qualsiasi movimento dei muscoli pellicciai rivolto al riso, se non con il fine di mentire a sé stessi scatenando una risata artefatta verso inizio pellicola, giusto per scusare il fatto di aver pagato il biglietto per un film presentato come "comico". Nessuno si aspettava i "Monthy Python", ma qui si è oltrepassato davvero il segno!
Per chi non avesse colto la sottile ironia del titolo, siamo al cospetto della parodia della nota saga "Twilight", già di per sé ignobile epopea per soli dementi, come rivelato dalla composizione del pubblico in sala, caratterizzato da bambini compresi tra i quattro e i quattordici anni. Pop-corn e bibita alla mano ci apprestiamo pertanto a riportare gli avvenimenti presentati sullo schermo, enfatizzati da un'atmosfera circostante simile all'intervallo in una scuola materna.

Poco c'è da dire sulla trama, definibile perlopiù come un accozzaglia di eventi senza né capo né coda, finalizzati alla sterile caricatura di (deduco) famose scene del vampiresco film per teen-agers. Ovviamente nessuno degli sketch risulta ben realizzato, basandosi su una comicità di tipo elementare e rozzamente parodistica, che troppo spesso scade nella battuta banale e figlia dei tempi (amicizie rifiutate su Facebook, ostentazione di somiglianze con gruppi e/o attori sconosciuti ai maggiori di dodici anni), spesso talmente insulsa da far venire il voltastomaco per la troppa dabbenaggine. I personaggi risultano essere i cloni dei più famosi parenti di celluloide, tutti interpretati da attori in grado di umiliarsi fino all'inverosimile perché probabilmente alla ricerca di una notorietà inafferrabile, e certamente non più vicina grazie alla comparsa in questa pellicola. La presenza di scenette da oratorio, condite con canzoncine in voga e coreografie a sfondo vagamente sessuale, non fanno altro che fornire un ulteriore punto a sfavore per la complessiva valutazione del lavoro, più simile ad una tortura per gli occhi e per le orecchie, che ad un film degno di tal nome. La carrellata di stupidaggini prevede, per la cronaca: un vampiro a bordo di un segway, un uomo lupo più simile ad un cane, vampiri che svolazzano da destra a sinistra ed altre situazioni davvero al limite della decenza: più e più volte ci si ritrova a pensare "ma questi ci stanno prendendo per il culo o credono davvero che qualcuno possa divertirsi?". 
L'ora e mezza passata a visionare lo sgradevole e pacchiano carosello di insulsaggini vampiresche, non sarà pertanto indolore, ma porterà piuttosto ad una sensazione di impotenza davanti all'impossibilità di poter entrare in sala proiezione per porre fine allo scempio mediante incendio. Ciò difatti non porterebbe alla scomparsa dal pianeta di tutte le copie del film in questione, causando ira nello spettatore ferito dall'esagerata commistione di cazzate. L'unica soluzione diverrà pertanto quella di sedersi comodi ed aspettare che un meteorite colpisca la Terra, per levare definitivamente di mezzo Friedberg, Seltzer ed ogni copia delle loro immonde pellicole.

Sick Matt

 

VOTO: 1

violenza immotivata: 1

sesso gratuito: 2

brutti effetti speciali: 1

banalità: 8

umorismo pessimo: 10

errori: 1

illogicità: 10

sonnolenza sviluppata: 7

 

Scrivi commento

Commenti: 0