DAY OF THE DEAD 2: CONTAGIUM

SHAME OF THE DEAD

Un patetico tentativo di prequel di DAY OF THE DEAD ci racconta una storia poco credibile riguardo a virus in grado di trasformare gli esseri umani in zombi alieni telepatici. E come al solito è tutta colpa del governo U.S.A.

DAY OF THE DEAD 2: Contagium - 2005
USA - 103 min
REGIA: Anna Clavel, James Dudelson
SCRITTO DA: Anna Clavel
CON: Laurie Baranay (Emma), Stan Klimecko (Boris), John F. Henry (Jackie), Justin Ipock (Isaac), Stephan Wolfert (Donwynn)

IN BREVE

 Un virus governativo misterioso trasforma i pazienti di un ospedale psichiatrico in Zombi, in un finto prequel in grado di disonorare la saga di Romero.

RECENSIONE

Era proprio necessario girare un prequel del film “Il Giorno dei Morti Viventi” di George Romero? La risposta è ovviamente NO, a maggior ragione se il risultato è l’ignobile“Day of the Dead 2: Contagium”.
Ma facciamo un passo indietro: ciò che ci stiamo accingendo a recensire non presenta in realtà alcun legame con la nota pellicola sopra citata, trattandosi palesemente di un'abile mossa promozionale atta a vantare i natali di un prodotto di grande successo. Oltre alla povertà di mezzi, la vera e propria disfatta del lavoro sta giustappunto nel pretendere di collegarsi a "Day of the Dead", attirandosi addosso la prevedibile ira degli appassionati del genere. A nessuno, difatti, piacerà scoprire che la genesi qui illustrata riduce tutto ad un banalissimo ed impersonale esperimento militare, con tanto di artefatto virulento nascosto in un thermos pronto a rilasciare delle terribili particelle zombificanti! A peggiorare, se possibile, la situazione, oltre alle "molecole viola", si potranno ammirare le "svolazzanti lucine", correlate alla trasmissione della malattia, ed incaricate, per qualche sconosciuto motivo, di avvertire i contagiati poco prima della mutazione: una scelta francamente discutibile…

 


Neppure se preso come ordinario film “di zombie”, si ottiene un diverso risultato: per gran parte della pellicola (almeno un’ora buona) di morti viventi neanche l’ombra, solamente scialbi dialoghi tra i protagonisti, ospiti di un manicomio, e le vicissitudini relative al ritrovamento del reperto. Una gran noia, per dirla tutta!
Alla comparsa degli zombie, poi, si deve ingerire un ulteriore boccone amaro: nello sconforto, si potranno osservare i suddetti mentre conversano candidamente, oppure mentre corrono come degli ossessi in lungo e in largo, maneggiando abilmente strumenti di ogni tipo; per dirla tutta, fregandosene letteralmente di Romero e compagnia bella. E tenetevi forte: i morti viventi sono anche telepatici e uniti da un indissolubile legame... che idea fantastica!


In pochi, semplici passaggi, regista e sceneggiatore sono riusciti a scontentare proprio tutti: i fan di Romero, i fan dei film horror con zombie, i fan dei film horror, i fan dei film, i fan. Il prodotto confezionato si rivelerà una vera e propria farsa, destinato a racimolare qualche soldo scucendolo a pochi disattenti allocchi, incapaci di percepirne il valore trash di primo acchito.

Non c’è perciò spazio per nostalgici, solo una pietosa mossa pubblicitaria priva di struttura portante, destinata pertanto a sfaldarsi a pochi minuti dall’inizio.
Se ancora non siete incappati nell’articolo qui esaminato, ritenevi fortunati e mantenetevi a distanza… in caso contrario, consolatevi pensando che altri come voi hanno subito il medesimo destino.


Sick Matt

SCENA MEMORABILE

 Ecco, vi siete sempre chiesti come fosse cominciata la saga sugli zombi di George A. Romero? COSI'!!! Con una fiala in plastica che ha rilasciato delle stelline ed un vapore viola. Soddisfatti?

HO SCOPERTO CHE...

- Gli zombi non sono tutti uguali..
 - Alcuni individui se zombificati rimangono buoni, altri diventano macchine assetate di sangue.
 - I virus volano come stelline nel cielo.
 - Gli zombi sono telepatici.
 - Alcune donne contagiate da virus potrebbero rimanere incinte di alieni.
 - 1A legge di DoD 2: Se il governo deve tenere al sicuro un virus, esso finirà in un thermos coccolato da un pazzo
 - 2A legge di DoD 2: Se qualcuno deve dirti di non aprire qualcosa, te lo dirà quando l'hai già aperta
 - corollario di DoD 2: Se esiste una terapia per un virus zombificante che va somministrata ad un ora dal contagio, verrà trovata troppo tardi.
 - 3A legge di DoD 2: Non importa quanto possano essere belli i film della tua saga, se qualcuno può farne un prequel, farà esageratamente schifo.

CITAZIONI


"Io invece ho voglia di carne. Mangerei volentieri una bistecca cotta... AL SANGUE"


"
Avete il permesso di circolare armati e se qualche paziente del corridoio uno cercasse di attaccarvi: sparategli!"

"Ragazzi! Tutto questo è ancora meglio di <<Resurrector>> e parlo della versione del '62"

"Iniettare direttamente nel mi... Che cos'è Eva che comincia con mi?"
"Sei tu il dottore!"
"Non sono molto in forma in questo momento"
"Con mi... che cosa può essere? Un medicinale!"
"NO dev'essere qualcosa che ha a che fare con l'anatomia"

VOTO: 4
violenza immotivata: 6
sesso gratuito: 1
brutti effetti speciali: 6
banalità: 6 
umorismo pessimo: 1
errori: 6
illogicità: 6 
sonnolenza: 6 

 
 

Scrivi commento

Commenti: 0