FEBBRAIO 2015 - 50 SFUMATURE DI GRIGIO

NELLA STANZA DEI GIOCHI

50 SFUMATURE DI GRIGIO - 2015

USA - 125'

REGIA: Sam Taylor-Johnson

SCRITTO DA: Kelly Marcel; E. L. James

CON: Dakota Johnson (Anastasia); Jamie Dornan (Christian Grey)

IN BREVE

Centinaia di mariti in tutto il mondo vengono portati al cinema con la promessa di un film erotico e si devono sorbire 2 ore da romanticoni

RECENSIONE

Varco la soglia del cinema di un Lunedì pomeriggio, "sarà vuoto" penso fra me e me, invece, sorpresa delle sorprese, la sala è piuttosto affollata... Tante coppiette, sparse qua e là per il cinema, che si tengono mano nella mano e si fanno piccole piccole appena incrocio il loro sguardo: stanno per assistere alla proiezione di "50 sfumature di grigio", film tratto dall'omonimo libro, best seller per casalinghe annoiate (sempre che ce ne siano ancora, al giorno d'oggi). 

 

Dinnanzi ai miei occhi si palesano le avventure romantiche dell'improbabile Anastasia, verginella laureanda in letteratura inglese, e di Christian, broccolone rampante con elicottero incorporato.

 

Innanzitutto dovete spiegarmi in quale universo una ragazza, per quanto giudicata come abbozzo di cozza dal pubblico maschile in sala, possa arrivare vergine alla laurea senza appartenere ad una di quelle sette religiose che poi ti costringono a sposare tuo cugino. 


Secondo, chi mai potrebbe trovare attraente un megalomane che, probabilmente in onore al proprio cognome (Grey) indossa solo cravatte grigie, assume solo stragnocche vestite di grigio e arreda tutti i locali di grigio?


Messe da parte le mie remore, però, mi appresto a godermi appieno la visione di 'ste cinquanta sfumature, di cui tanto ho sentito parlare in ufficio. 


Dopo una buona mezz'ora di nulla cosmico riempito con situazioni imbarazzanti, in cui ci vengono presentati i "personaggi" (virgolettato d'obbligo), comincia la frazione erotica: qualche timida tetta, qualche chiappa depilata e qualche line audace fuori contesto "io non faccio l'amore, io scopo forte" (che poi, a vedere bene, che cazzo vuol dire "scopo forte"? Mah) piazzata qua e là a ramengo per far eccitare la mia vicina di casa sessantenne, occultatasi tra le file  più avanti con uno scialle in testa.


Capisco presto che Cristian Grey non scherza: non solo LO FA alla missionaria, LO FA anche a novanta, LO FA in bagno, in camera e in cucina. Dopo tutto questo FARLO, mi ero anche un po' scoglionata, perché, diciamoci la verità, non succedeva niente.
Solo FARLO "che non si vedeva", un po' come LO FANNO i modelli gay con le modelle cocainomani quando si mettono in posa per i cataloghi di lingèrie:  patinatamente  e su fondo grigio.


Mentre comincio ad addormentarrni sbavando sul signore sedutomi accanto, ho un sussulto: in mezzo al vuoto pneumatico le mie auricole captano "questa è la mia stanza dei giochi".

Riapro gli occhi e dinnanzi a me si palesa la cripta segreta del Grigio: chissà quali macchinari, quali audaci pratiche, quali imbarazzanti tecniche di piacere... ebbene abbiamo: qualche frustino, un paio di corde e del nastro adesivo. Davvero poco più di quello che vostro padre tiene nella cassetta per il fai-da-te.


Nonostante ciò decido di dare ancora speranza al film di stupirmi con effetti speciali, introducendomi al sordido mondo del sado-maso (come si diceva ai vecchi tempi)  che vada oltre alle manette di pelo che tutti hanno regalato in qualche deprimente addio al nubilato. 
Mentre stavo per perdere del tutto le speranze, arriva il momento clue della pellicola: il Grigio e la sua pulzella devono contrattualizzare tutto ciò che vedremo da qui in poi.

Aguzzo le orecchie sull'elenco delle pratiche: manette "ok", frustino "ok", fascette da elettricista "non ok", fisting vaginale "non ok", fisting anale "non ok", pinze genitali "non ok", dilatatore anale "non ok". E qui capisco che davvero non vedremo niente di più. 


La conferma di tutto ciò arriva quando il signor G. deve farci "provare il peggio". Cosa sarà mai il peggio? Electro-Play? Scat? Figging? (http://en.wikipedia.org/wiki/Glossary_of_BDSM

Ebbene il peggio sono sei, dico SEI frustate.

Lasciando perdere quei paesi del mondo dove per aver guardato dalla parte sbagliata ti sfagiolano un centinaio di scudisciate sulla pubblica piazza, io ho fatto l'asilo dalle suore e vigeva la Sculacciata Santa: che era una e trina, quindi per una te ne prendevi tre, con in più una righellata sulle mani. 


Delusa dall'ennesimo climax mancato mi riaccascio su me stessa fiduciosa che presto tutto questo finirà... E invece no! 
Perché il film dura ben 125 minuti! Sì, signori, più di due ore di sospiri e di baci, di innamoramenti e di conoscere i suoceri ricchi. 


Io non ce la facevo più, ma ho resistito stoicamente. 

E quando sono uscita ho scoperto: dopo 'sto cazzo di film, ne faranno altri due. Per un totale di  TRE, dico, TRE interi lungometraggi di chiappe di Grey e di momenti in cui pensi che fra poco ti vergognerai come un cane di quello che stai per vedere e invece è più sado-maso quel film che fanno tutte le domeniche mattina. Sì avete capito quale, quello un cui un uomo viene frustato, legato, inchiodato a una croce di legno e lasciato senza cibo e acqua... questo sì che è essere professionisti! 


Erin Warner

HO SCOPERTO CHE 

- Per capire cos'è il BDSM, si deve cercare su internet "sottomissione" 

- Il nome "dilatatore anale" non è sufficientemente esplicito

- Se un ragazzo vuole regalarti un'auto, prima venderà la tua

- Chi si iscrive a letteratura inglese lo fa per Jane Austen o per Thomas Hardy

- La cravatta grigia ha un'infinita serie di declinazioni 


VOTO: 1

violenza immotivata: 6

sesso gratuito: 7

brutti effetti speciali: 1

banalità: 8

umorismo pessimo: 1

errori: 1

illogicità: 5

sonnolenza sviluppata: 9

Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    Steffy (mercoledì, 08 aprile 2015 19:12)

    Recensione carina ma si vede che eri scazzata ed il film non t'è piaciuto. Meno brillante del solito ma c'è da dire che la pellicola è più un invito al sonno che non ad argute analisi. Sarbbe bello sentire anche la campana di un recensore maschio.....^_^

  • #2

    Kelsie Hermanson (domenica, 22 gennaio 2017 14:47)


    Superb, what a webpage it is! This webpage gives useful information to us, keep it up.

  • #3

    Mickey Orange (martedì, 31 gennaio 2017 18:27)


    Your style is unique compared to other folks I have read stuff from. Thanks for posting when you have the opportunity, Guess I will just book mark this blog.